I NOSTRI CORSI


CORSO DI PRIMI PASSI IN DANZA

Il corso è rivolto ai bambini dai 4 ai 6 anni di età.


Attraverso il movimento libero, il gioco ed elementi base di danza, i bambini scoprono nuove forme espressive, potenziando le capacità cognitive e creative in anni delicati per il loro sviluppo fisico e mentale. In questo corso la danza non è tecnica. L’obiettivo del corso è guidare la crescita del bambino attraverso materiale didattico, immagini, musica, ritmo e percezione dello spazio. Giochi ed esercizi divertenti favoriranno sia l’espressione individuale sia la possibilità di relazionarsi con gli altri e di comunicare. Favole, racconti, e musiche saranno uno stimolo per la creatività.



CORSO DI PROPEDEUTICA

Il corso è rivolto ai bambini dai 7 ai 8 anni di età.


La Propedeutica, insegna le basi fondamentali della danza. Attraverso un programma didattico graduale e completo, la Propedeutica sviluppa la conoscenza delle proprie potenzialità muscolari con lo studio di esercizi per la postura corretta, l’estensione del corpo, la coordinazione, l’equilibrio, la concentrazione, il suono ed il ritmo. La Propedeutica non è solo la base della formazione di un futuro danzatore, ma è una disciplina utile alla crescita psico-fisica del bambino aiutando a prevenire e curare gli eventuali paramorfismi e dismorfismi dell’età evolutiva. L’insegnante renderà le lezioni gradevoli e leggere tenendo conto della giovane età degli allievi. Tutti i docenti Russian Ballet sono altamente qualificati e costantemente aggiornati presso enti certificati.



CORSO DI AVVIAMENTO PROFESSIONALE DI DANZA CLASSICA


La Danza è un’arte antica, e la Danza Classica è alla base di tutte le altre forme di danza, unisce la bellezza della musica con l’armonia e l’eleganza del movimento. I benefici dello studio della Danza Classica sono innumerevoli e comprendono lo sviluppo della buona postura e l’autodisciplina, imparando tecnica, musicalità ed espressività.

La Danza stimola l’apprendimento e apre la mente, è una vera ginnastica mentale.
La Danza è anche una disciplina di gruppo e fa nascere il desiderio di condividere le intense emozioni che il palcoscenico ed il teatro regalano. La coesione e la condivisione, infatti, sono valori importanti sia per l’apprendimento sia per la riuscita di una coreografia. La classe di danza aiuta la socializzazione; un allievo molto timido è facilitato nell’esternare i propri sentimenti, mentre chi è molto vivace troverà nella disciplina un freno. Il rispetto delle regole è indispensabile per imparare.

La Danza dona ai giovani danzatori l’opportunità di sviluppare l’eleganza nei movimenti, il fisico e l’autostima.

La Danza Classica è una disciplina severa ma che offre anche divertimento, gratificazione e realizzazione personale.

Per i bambini iniziare a studiare Danza è un percorso artistico, culturale ed atletico importante ed impegnativo, che arricchisce la mente e l’anima.



NEO CLASSICO


Il Neo-Classico è uno stile della Danza Classica, o Danza Accademica, che nasce intorno agli anni trenta del secolo scorso negli Stati Uniti, grazie anche al contributo del grande coreografo americano George Balanchine.

Il Neo-Classico al contrario delle nuove forme di danza, si avvale del tradizionale bagaglio tecnico del linguaggio accademico, tentando un lavoro coreografico con una maggiore libertà espressiva e stilistica, introducendo nuovi passi e figure. Lo stile neoclassico continua ad avvalersi dell’uso delle scarpe da punta, che in questo caso non sono più solo utilizzate per fare in modo che la ballerina si elevi da terra, ma assumono una variegata forma espressiva nei movimenti. Lo stile Neo-Classico è una evoluzione della tecnica Classica finalizzato al potenziamento delle capacità espressive, corporali e mimiche del danzatore e alla eleganza e fluidità del movimento.



MODERN CONTEMPORARY


Lo stile Modern nasce dalla Danza Moderna agli inizi del XX secolo per definire un modo libero di interpretare la Danza. L’aggettivo “Moderno” è usato in contrapposizione a “Classico”.

Il Modern è una evoluzione stilistica e culturale verso forme libere di espressione, preferendo movimenti lineari che valorizzano la personalità del danzatore e la sua naturalità dei movimenti.
Nella Danza Moderna il corpo del danzatore si muove seguendo nuovi canoni tecnici ed espressivi.

Mentre nel Balletto Classico il ballerino deve creare l’illusione quasi di infrangere le leggi di gravità, il Modern riconosce nel peso del corpo del danzatore il principio base del movimento.
Questo stile si caratterizza da movimenti ampi, molto espressivi, con l’alternanza di tensioni e rilassamenti, cadute e rialzate, pause, ritmi veloci e lenti. Il movimento più fluido si alterna a quello meccanico.

Il Modern-Contemporaneo esplora le nuove dimensioni che nascono dalla contaminazione tra il Modern-Lyrical-Jazz e la fluidità e l’intensità del movimento della Danza Contemporanea unendo elementi lirici a quelli di “release” e “contact”.



CONTEMPORANEO


Il Contemporaneo o Danza Contemporanea nasce in Europa e negli Stati Uniti dopo la seconda guerra mondiale. Si possono distinguere due filoni: uno europeo ed uno americano. In Europa i principali fautori (R. Laban e P. Bauch), ed in America (M. Graham, D.Humphrey, C. Widman).

La Danza Contemporanea rientra pienamente nelle nuove arti sceniche e prosegue la rivoluzione attuata dalla Danza Moderna a favore di un nuovo linguaggio del corpo, che talvolta comprende nelle “Perfomance” anche la recitazione di testi.

Il Contemporaneo sperimenta e si contamina stilisticamente di continuo, andando sempre alla ricerca di nuove espressioni corporee che si rivelano attraverso il danzatore. Il corpo del danzatore è un ipercorpo dove si inscrive la realtà contemporanea dell’uomo moderno nel nuovo millennio. Nei suoi gesti, nei movimenti, nelle linee del corpo, nelle mani, braccia, gambe; c’è tutto l’uomo e le sue emozioni… la ricerca della gioia della vita, l’amore, l’eros, la follia, la paura, l’incertezza, e l’inquietudine del nostro vivere quotidiano.



CORSI DI MODERN JAZZ

Età o grado di preparazione richiesto: dai 12 anni
Durate del Corso: Libera


Originariamente, il Modern jazz risente principalmente dell’influenza afroamericana. Nella seconda metà del XX secolo, pionieri come Katherine Dunham, focalizzando la loro attenzione all’essenza delle danze caraibiche tradizionali, codificano uno stile ben preciso decretando in tal modo la successiva promozione dell’originaria Danza Jazz, al rango di “performing art”.

Con la parallela crescita delle nuove forme di intrattenimento musicali, la sua evoluzione subisce una rapida accelerata che la porta nell’arco di poco tempo a Broadway, dove assume i tratti di uno stile più fluido che rappresenta la versione presente ancora conosciuta come Modern Jazz. Questa versione fortemente focalizzata alleperformance sul palco, detta anche “performance style”, è divenuta famosa al grande pubblico grazie, in particolare, al lavoro svolto da grandi personaggi come Bob Fosse e Gene Kelly.

In Italia la danza jazz arriva negli anni 50/60, grazie ad alcuni danzatori e coreografi provenienti dagli Stati Uniti. Il primo e più importante di questi fu Paul Steffen. Da lui Giacomo Molinari, direttore artistico del Molinari Art Center, apprende il metodo, fondendolo con le sue esperienze personali assimilate nel corso degli anni, grazie soprattutto alla formazione presso l’Alvin Ailey American Dance Center a New York.